Hai un po’ di tempo da dedicare a un tuo progetto e hai pensato che il miglior modo di presentarlo sia un sito web. Oppure vuoi coltivare le tue relazioni, fissando un punto centrale che permetta al tuo pubblico di rintracciarti. Sei un consulente, hai un’attività, un’azienda e devi fare o rifare il sito.

Se ti rivedi in una di queste descrizioni, questo articolo è per te, che hai deciso di avventurarti nell’appassionante sfida che è creare un sito web, e hai pensato di crearlo con uno dei tanti servizi online.

Ma quale scegliere? Devo conoscere la programmazione?
Questo articolo risponderà a queste e a tutte le altre domande più comuni che ci si pone quando si comincia a pensare a un sito.

Indice dell’articolo:

Creare un sito da zero può risultare molto difficile e scoraggiante: una volta bisognava scrivere il codice del proprio sito riga per riga. Adesso, però, esistono soluzioni che permettono a chiunque di creare un sito funzionale e gradevole per gli utenti.

Questi servizi vengono chiamati sitebuilder e permettono di creare un sito in modo semplice utilizzando un sistema drag and drop. La logica del drag and drop consiste nell’aggiungere un elemento, come un form, un’immagine o un paragrafo, e trascinarlo a “vista” nella posizione del sito dove lo si desidera visualizzare.

Ma quali sono le piattaforme che offrono i migliori servizi di sitebuilding?

Le piattaforme scelte sono state selezionate tenendo in considerazione:

  • Facilità di utilizzo
  • Libertà di personalizzazione
  • Supporto della community

 

1) Google Sites – ottimo per un primo approccio alla creazione e gestione di un sito

google sites

Google Sites si dimostra molto comodo per creare un sito da zero in pochi minuti. Rispetto alla vecchia versione è completamente ottimizzato per i dispositivi mobile.

La personalizzazione del sito mostra però sin da subito alcune limitazioni, a cominciare dagli elementi che si possono aggiungere, che sono solamente i seguenti:

  • pulsante
  • immagine
  • casella di testo
  • servizi Google

La scarsa possibilità di personalizzazione vale anche per l’interfaccia di creazione drag and drop (trascina e rilascia): non c’è una completa libertà nel posizionamento degli elementi ma si dovrà fare riferimento a un sistema basato su griglia.

Nonostante questi punti deboli restano forti i vantaggi del servizio Google, pensato per poter dare la possibilità a tutti di creare un sito personale e sfruttare nella migliore maniera possibile i collegamenti con servizi come G Suite o Google Drive.

Inoltre è possibile pubblicare il proprio sito in maniera completamente gratuita e immediata con indirizzo del tipo “sites.google” oppure, se lo si desidera, si può utilizzare un dominio personalizzato comprato da servizi come GoDaddy.com o Google Domains.

L’utilizzo di questo servizio può rivelarsi utile per la creazione di un sito personale (utile come primo passo per un progetto di personal branding), e utile a chi vuole avere una prima esperienza di creazione e gestione di un sito.

PRO: Immediato, non richiede alcuna conoscenza di codice HTML e CSS, semplice da modificare.

CONTRO: Pochi temi da poter utilizzare, non è possibile utilizzare servizi esterni per il sito oltre a Google Analytics.

2) Wix – Grande libertà di personalizzazione e supporto della community

wix sitebuilder

Wix è un altro servizio che permette di creare e gestire pagine web senza avere alcuna esperienza. Anche se Wix e Google Sites offrono lo stesso servizio, Wix si rivolge alle persone che cercano siti con design eleganti senza compromessi di funzionalità.

Wix, oltre a offrire uno strumento completo per la creazione e la personalizzazione di siti, dà anche la possibilità di acquistare un dominio e di gestire caselle e-mail.

Il punto di forza di questo servizio è sicuramente l’enorme varietà di temi, pensati per ogni tipo di utilizzo, e la completa libertà nel creare il layout del sito con l’interfaccia drag and drop, senza necessari vincoli di griglia come in Google Sites.

Wix permette una personalizzazione del sito molto avanzata tanto che la piattaforma dà la possibilità di progettare diverse tipologie di sito: blog, e-commerce oppure siti “vetrina” per aziende. Inoltre si è supportati da un sistema di plugin pensati esclusivamente per questa piattaforma.

Altro punto di forza è il sistema di gestione contatti: Wix possiede un basilare CRM con il quale è possibile creare una mailing list e delle automazioni, il tutto sempre senza richiedere alcuna conoscenza pregressa. È anche possibile collegare altri servizi di mailing list come Mailchimp all’interno della piattaforma per ottenere i migliori risultati.

Se si ha necessità di utilizzare delle funzionalità avanzate si può accedere con un click a Wix Code, per creare moduli personalizzati, aggiungere API ecc.

Con tutte le funzionalità presentate alcune persone potrebbero scoraggiarsi non sapendo come poter utilizzare tutti gli strumenti messi a loro disposizione. Fortunatamente il Centro di Assistenza di Wix viene in soccorso di tutti quanti mettendo a disposizione una grande varietà di guide in italiano per ogni necessità.

Il punto debole di Wix risiede comunque nella non specializzazione in un servizio unico: utilizzare Wix per blog o e-commerce può non rivelarsi la scelta migliore se si tratta di progetti che richiedono un’architettura del sito complessa.

Infatti con Wix potremo progettare siti con soli due livelli di profondità, vale a dire che divisi i contenuti del sito in Sezioni e Sottosezioni non sarà possibile associare nuove sezioni a quest’ultime.

PRO: Facile da usare, sistema drag and drop libero, gestione dominio e caselle e-mail all’interno della piattaforma, moltissimi template da usare per qualsiasi tipologia di sito, presente un servizio di assistenza, tutorial e documentazione ufficiali.

CONTRO: Non esiste una specifica specializzazione del servizio. Solo 2 livelli di profondità del sito.

 

3) Carrd.co – Design accattivante ed efficace con facilità

carrd.co

Carrd.co è una start up molto interessante che si pone come obiettivo di fornire un servizio site builder adatto a chiunque, come Google Sites, e che dia la possibilità di creare design accattivanti, come Wix.

La particolarità del servizio consiste nella creazione di siti con una sola pagina, formula ideale per chi vuole impostare delle landing pages di un singolo prodotto o servizio, creare un sito per personal branding o presentare in maniera efficace e semplice la propria attività.

È un servizio molto economico che dà la possibilità di sperimentare nuove vie di branding e marketing con costi e tempi veramente ridotti. La creazione della pagina sito risulta abbastanza simile a quella di Wix, inoltre Carrd offre layout per ogni necessità, il tutto accompagnato di un sistema di tutorial.

Ma non è tutto oro quel che luccica, il progetto è ancora giovane e mostra alcune debolezze: il numero di layout e i tutorial al momento son limitati anche se per il momento potrebbero essere comunque sufficienti per un utilizzo non troppo ambizioso. Noi confidiamo che migliorerà sempre di più e aumenterà i contenuti da offrire e la loro qualità.

Il servizio può essere utilizzato in maniera gratuita e con una spesa molto contenuta sarà possibile ottenere un dominio personalizzato con certificato SSL, la possibilità di utilizzare form e gestire contatti tramite servizi come Mailchimp, vendere e gestire i pagamenti dei prodotti.

PRO: Semplice, veloce da utilizzare, possibilità di creare design accattivanti.

CONTRO: Limitazione a una pagina, progetto ancora giovane.

4) Shopify – Il migliore per l’e-commerce

shopify e-commerce sitebuilder

Anche se il servizio di Shopify è incentrato sul vendere prodotti online, è anche qui possibile creare e gestire con dei semplici click il design del sito. Inoltre abbiamo ritenuto opportuno aggiungere un servizio specializzato nella creazione di e-commerce per coprire tutte le necessità dei lettori.

Shopify è un servizio per e-commerce che offre una quantità illimitata di design per il proprio sito. Ogni design può essere opportunamente modificato per rispondere alle proprie esigenze stilistiche o strutturali.

Ogni tema sviluppato è pensato per essere responsive, ossia, i temi sono ottimizzati e compatibili con dispositivi come smartphone e tablet. Caratteristica assolutamente necessaria e indispensabile per chiunque, e a maggior ragione per chi decide di intraprendere la strada degli e-commerce.

La personalizzazione del sito è completa e facile da applicare grazie a un utilizzo opportuno di un sistema a griglia, tuttavia nella modifica di template è possibile incorrere in qualche limitazione nelle schede prodotto.

Le funzionalità offerte da Shopify stesso sono innumerevoli, basti pensare alla possibilità di aver implementato un basilare CRM e di poter creare delle automazioni di marketing. Inoltre le potenzialità del proprio e-commerce si arricchiscono grazie alla presenza di un App Store che permette di estendere le funzioni che può svolgere il sito.

Esistono molte altre funzionalità e la gestione dell’e-commerce lato admin risponde a ogni necessità, ma approfondiremo questi argomenti in un prossimo articolo che parlerà nello specifico della creazione di un e-commerce.

In Shopify il prezzo del servizio è un’arma a doppio taglio, il piano Basic, per esempio, ha un costo mensile di 29,90$ ma impone una commissione pari al 2% per ogni prodotto acquistato. Questo rende Shopify più caro rispetto alla media dei suoi concorrenti, tuttavia il prezzo viene giustificato dal supporto clienti e dagli strumenti che vengono messi a disposizione dell’utente, dall’imbattibile numero di sistemi e piattaforme di pagamento supportate, costantemente in linea con gli ultimi rilasci.

Un altro punto debole può consistere nel non aver implementato nel proprio e-commerce un servizio multilingua per il proprio negozio: bisognerà quindi appoggiarsi a delle applicazioni a pagamento nel caso si avesse questo tipo di necessità.

PRO: facilità di utilizzo, molteplici design da utilizzare, servizio di supporto clienti, scalabilità del servizio, app store.

CONTRO: Prezzo, non incluso nei piani la possibilità di un negozio multilingua.

5) Studio

Studio è una piattaforma giovane che offre sin da subito spunti molto interessanti per la creazione di un sito web. È pensato per poter creare siti unici, in termini di design, senza imbattersi in alcuna limitazione dovuta al template scelto per il proprio sito.

I punti di forza del servizio risiedono nella completa e libera personalizzazione del design del sito (anche se si decide di partire da un template preimpostato dal team di Studio) e nel supporto offerto dalla comunità ai neofiti che si affacciano a questo nuovo strumento.

Inoltre sarà possibile condividere il progetto di un sito con altri membri per poter collaborare assieme, funzionalità non standard per questi servizi e che quindi apprezziamo molto.

A primo impatto gli strumenti offerti da Studio per creare il proprio sito web possono sembrare insufficienti o non adeguati: Studio segue una logica diversa rispetto a un più “tradizionale” sitebuilder come Wix.

I pochi strumenti forniti bastano per avere completa libertà creativa, inoltre questi strumenti sono seguiti da numerosissime guide, sia in formato video sia in formato testo, che daranno informazioni molto pratiche per gestire il proprio sito.

Se non trovi quello che cerchi o se stai cercando un confronto con altre persone potrai farlo aggiungendoti al canale pubblico Slack https://studiocommunity.herokuapp.com/

Finora si è parlato solo degli aspetti positivi di Studio…

Ma quali sono i suoi punti deboli?

Essere un progetto giovane rimane sempre un’arma a doppio taglio, Studio infatti non propone ancora funzionalità per poter gestire un blog o un e-commerce. Questo restringe il campo di utilizzo del servizio stesso, anche se stanno lavorando per implementare queste due importanti funzionalità.

Altro punto negativo risiede nelle integrazioni con app esterne e la gestione del contatti arrivati tramite form. Infatti, non sarà possibile integrare direttamente i pixel di retargeting per LinkedIn o Twitter, bisognerà appoggiarsi per forza allo strumento Google Tag Manager per poterli implementare.

Altra integrazione mancante è quella per Mailchimp o un qualsiasi altro gestore campagne mail. Bisognerà inserire nel proprio sito un form di Mailchimp per poter automaticamente registrare un utente in una lista come quella delle newsletter.

PRO: Ampio supporto della community, completa libertà nella personalizzazione del sito, più persone possono lavorare nello stesso progetto contemporaneamente

CONTRO: Non è possibile gestire blog o e-commerce al momento, mancano delle integrazioni dirette con alcune applicazioni esterne.

6) Webflow

Webflow è un servizio completo sotto ogni punto di vista. È completamente personalizzabile e offre qualsiasi funzionalità di cui si ha necessità per la propria attività, compreso un CMS (Content Management System) per gestire Blog ed e-commerce.

Rispetto agli altri sitebuilder è il servizio che offre le opzioni di personalizzazione più approfondite e tecniche del mercato. Infatti Webflow è pensato per chi vuole lavorare a stretto contatto con i tag HTML e CSS, necessari per poter avere piena consapevolezza dello strumento che si sta utilizzando e sfruttare appieno le sue funzionalità.

Questo non significa che bisognerà scrivere codice a mano, ma basterà avere un infarinatura generale delle basi di HTML e CSS.

Non sapete nulla di questi due linguaggi?

Non è un problema per voi e per il team di Webflow: hanno preparato dei corsi completamente gratuiti per poter sfruttare le funzionalità della loro piattaforma. Nei loro corsi gratuiti vengono affrontate numerose tematiche come:

  • la costruzione di una landing page, importante per le attività che vogliono attuare campagne pubblicitarie online
  • come avere un sito ottimizzato in termini SEO
  • creare e gestire un e-commerce

Di sicuro avere una piena padronanza della piattaforma richiederà molto più tempo fra corsi e esercitazioni, ma il tempo dedicato nell’apprendere le funzionalità offerte da Webflow vi aiuteranno ad ottenere maggiori risultati, perché offrirete un servizio migliore a utenti e clienti.

PRO: numerose funzionalità, corsi gratuiti e supporto. Libera personalizzazione

CONTRO: richiede una basilare conoscenza dei tag HTML e di CSS, imparare tutte le funzionalità può richiedere più tempo rispetto alla media per i servizi competitor.

 

Conclusioni – Quali altri servizi conoscete?

Adesso conosci alcuni dei principali strumenti con cui poter lanciare se stessi o la propria azienda nel digital.  Conosci altri strumenti o ne hai sentito parlare? Cerchi opinioni e vorresti venissero approfonditi?  Faccelo sapere nei commenti e non dimenticare di iscriverti al blog di BIG per non perdere i prossimi aggiornamenti.