Il Digital Marketing come leva per l’innovazione all’interno di un’azienda

Il Digital Marketing come leva per l'innovazione all’interno di un'azienda

Indice:

L’importanza del digital marketing per un’azienda

Da diversi anni sappiamo che attraverso gli strumenti del Digital Marketing le imprese sono in grado di misurare il loro potenziale online

Come? 

Grazie ad una attenta fase di analisi del comportamento sul web dei competitor e del proprio pubblico ogni attività può identificare nicchie di mercato lasciate scoperte quantomeno sul piano della comunicazione. 

Oggi però la sfida più difficile per il marketing è utilizzare le informazioni raccolte per portare innovazione all’interno dell’azienda. Micro dati e macro trends individuati online suggeriscono innovazioni su caratteristiche del prodotto, features di un servizio, nuovi materiali da utilizzare, modifiche al packaging ma anche modifiche più radicali come cambi di modelli di business e professionalità da inserire in azienda.  

L’errore più grande che un responsabile marketing può commettere è quello di perdersi le tracce lasciate online dal proprio segmento di pubblico e limitarsi a copiare le strategie da altre aziende che magari operano in paesi diversi.  

Quante sono oggi, però, le aziende preparate a questo approccio outside-in? 

Un’attività che oggi vuole avviare per la prima volta una strategia di digital marketing può cogliere questa occasione per dare un’accelerata all’innovazione interna e il compito degli esperti di marketing è quello di far comprendere agli imprenditori o ai loro manager quanto è importante l’impatto dei cambiamenti tecnologici e sociali che la società sta affrontando, in particolare dopo il 2020. 

Ma quali sono i canali di marketing che le aziende dovrebbero presidiare oggi? 

I nuovi canali di marketing per le aziende  

I manager e gli imprenditori di oggi si trovano davanti ad un pubblico che interagisce attraverso nuove tecnologie e nuove piattaforme.  

Per questo, occorre rimappare la nuova customer journey, diventata molto più articolata rispetto al passato. Le aziende sono obbligate a presidiare tutti i possibili touchpoint, compresi gli store fisici che diventano parte integrante delle nuove strategie di comunicazione con i propri clienti.  

Non esiste più solo una prima fase di contatto e una fase successiva all’acquisto ma ci sono tante micro fasi intermedie in cui è possibile intercettare l’utente in un momento in cui molto probabilmente non è ancora consapevole di come il nostro prodotto può risolvere il suo problema. 

Una delle priorità diventa realizzare contenuti informativi che vanno a parlare ad utenti con un bisogno latente facendo diventare controproducente la possibilità di anticipare subito gli step e passare alla vendita in modo diretto. 

Il Digital Marketing, dunque, può essere d’aiuto per trovare il modo corretto di presidiare i giusti canali di comunicazione. Come, ad esempio, trovare le giuste parole chiave, il tono di voce e gli argomenti preferiti o gli influencer che vengono utilizzati dai clienti come fonte di informazione o comparazione. In più, grazie al marketing data driven possiamo abbassare gradualmente il costo di acquisizione di un cliente assicurandosi però di monitorare tutti i dati necessari per l’ottimizzazione di una strategia. 

Dopo aver compreso l’importanza del digital marketing e in che modo può aiutare un’azienda a presidiare i nuovi canali di interazione tra utenti, non resta che rispondere all’ultima domanda: come può il marketing portare innovazione all’interno di un’azienda? 

Marketing e innovazione per le aziende italiane

La necessità di un costante adeguamento dei prodotti o servizi di un’azienda intorno alle principali necessità del proprio pubblico rende indispensabile lo sviluppo di uno stretto legame tra vari reparti aziendali come ad esempio il reparto vendite, marketing e ricerca e sviluppo. 

Il marketing diventa parte integrante dei processi aziendali e non solo un reparto distaccato a cui delegare la comunicazione verso l’esterno. 

Questi cambiamenti interni possono tramutarsi addirittura in cambi di modelli di business. Pensiamo alla diffusione negli ultimi anni della Subscription Strategy (o modello ad abbonamento) e quanto questo ha portato le aziende a modificare il loro modo di fare impresa per adattarsi alle necessità dei consumatori. 

Per poter cogliere queste opportunità ogni impresa deve adeguare le professionalità interne costruendo un bagaglio di competenze e requisiti che fino a pochi anni fa non erano indispensabili.  

Innanzitutto, occorre avere una figura manageriale con capacità di gestione del budget da destinare ai canali di comunicazione come ad esempio un marketing manager o un ecommerce manager. 

Poi bisogna avere un team di sviluppo, nei prossimi anni diventerà sempre più importante per le aziende la necessità di avere una piattaforma proprietaria non affidandosi così totalmente ai grandi marketplace che ne mangiano i profitti.  

Le strategie di advertising dovranno essere curate da figure con grande competenze tecniche sulle diverse piattaforme, da Google e Facebook Ads, LinkedIn o Tik Tok con una grande capacità trasformare in informazioni i tantissimi dati che i tracciamenti ci mettono a disposizione. 

Infine, il continuo cambiamento delle tecnologie (Leggi l’articolo su Come cambieranno le strategie di Digital Marketing nel Web 3.0), dei canali e del pubblico fa sì che la necessità più grande è quella di avere figure in grado di saper rinnovare continuamente le proprie competenze, in grado di formarsi in modo continuo e di saper leggere i cambiamenti che stanno avvenendo online ma anche offline. 

Secondo voi quante sono le aziende che in Italia sono pronte ad affrontare le sfide dei prossimi 10 anni? 

Andrea

Indice: Quando e perché un sito finisce nella seconda pagina di Google Come uscire dalla seconda pagina di Google Quando dobbiamo preoccuparci …

Serena Bartolini

La presentazione Power Point serve sia a chi parla, per integrare il discorso con alcune immagini, sia a chi ascolta per rimanere sveglio e fissare i concetti.

Caterina Baccigotti

Nel 2022 è importante che un’azienda persegua uno specifico purpose. I vantaggi sono molteplici ma cerchiamo di indagarne il significato e di capire come si lo si può comunicare in maniera efficace.