Facebook è come una giungla. Chi ci lavora lo sa bene. Ogni settimana aggiornamenti nuovi, bug come se piovessero e ostacoli di ogni sorta da superare a suon di sciabola. Il problema è che questa giungla è davvero molto affollata e anche noi vogliamo esserci. È una vita dura ed è proprio per questo che ti veniamo in aiuto con uno zainetto con tutto quello che ti serve per sopravvivere.

Base: scarpe buone e bussola.

via GIPHY

Partiamo. Appena entriamo nella vegetazione fitta e scura ci viene subito la paura di perderci. Per evitare di smarrirci nel percorso ecco qua tutto ciò che devi sapere. Dalle basi non si prescinde mai: ti salvano la vita!

  • Poniti la domanda: io seguirei la mia pagina? È la regola d’oro sempre, comunque, dovunque; mettiti nei panni degli altri.
  • Poche cose fatte bene sono meglio di tante fatte male. In altre parole “less is more”. C’è bisogno di aggiungere altro?
  • Non esiste l’universalmente bello, ma l’universalmente brutto sì. Pensaci la prossima volta che dovrai pubblicare qualcosa.
  • Gli hashtag usali ma non come grana grattugiato sulla pasta. Trovi qui la nostra mini guida per imparare ad usarli al top.
  • Ricorda: il sito web è la tua vera casa. Eh sì, Facebook – come tutti gli altri social del resto – non è tuo. Facebook è di Mark, e a casa di Mark valgono le regole di Mark. Invece sul sito no, il sito è l’unico spazio davvero tuo sulla rete, usalo bene, arredalo, rendilo accogliente. Ne sarai ripagato.

Attacco: machete.

via GIPHY

Ecco fatto. Sei entrato nella giungla, e sei partito con il piede giusto. Adesso devi imparare ad attaccare. Come aprirti un varco nell’intreccio complesso di liane, foglie giganti e piante mai viste prima? Affila le tue armi e diventa Tarzan.

  • Sii interessante. Questo forse avrei dovuto metterlo nelle basi. Senza contenuti interessanti, o utili in qualche modo per il tuo pubblico, non ha senso stare su Facebook né su qualunque altro social. Lo so, la creazione di buoni contenuti è la parte più difficile. Circondati di un team creativo che ci sappia fare: da soli nella giungla si resiste poco!
  • Post lunghi, post corti… fai tu, non è davvero questo ciò che conta. Non esistono trucchetti da illusionista che ti regalino tutto ciò che vuoi solo perché li hai applicati, anzi, scappa dal serpente che ti ha ipnotizzato e ti ha fatto pensare questo. Per i testi, in generale, non preoccuparti eccessivamente della lunghezza: cerca piuttosto l’esaustività e l’esattezza.
  • Pubblico: meglio piccolo e profilato. Le nicchie premiano di più. Trovati la tua e vai “verticaleee”.
  • Pensa semplice: nel 90% dei casi il tuo post sarà letto da smartphone. Sempre, sempre, sempre pensare al mobile. Tutto deve essere perfettamente funzionante e collaudato per essere leggibile, ma soprattutto comprensibile, dall’utente da cellulare. Attenzione: semplificare per il lettore significa più lavoro per te.
  • Le immagini, quadrate please. Non c’è nemmeno da commentare: che le immagini siano belle, nel giusto formato e, soprattutto, non sgranate! Amen.

Difesa: tenda, medicine e cerotti.

via GIPHY

La giungla è quasi nostra. Cosa manca? Chiaramente la capacità di difendersi. Si sa, non serve a nulla conquistare se non si riesce a mantenere ciò che si è raggiunto. Quindi difenditi! Dalle insidie esterne… e da te stesso!

  • Facebook è lavoro ma è anche una macchina mangia-tempo. Organizzati per non farti rubare ore inutilmente. Non scoraggiarti, in poco tempo puoi programmare i post di un intero mese. Basta conoscere gli strumenti giusti.
  • Niente dati sensibili sui social se non strettamente necessario. Con dati sensibili si intende argomenti politici, religiosi, legati alla sessualità ecc.
  • Ricorda: tutti possono sbagliare, la cosa importante è uscirne con stile. L’errore è come la pantera: sempre in agguato dietro l’angolo. E purtroppo è inevitabile, prima o poi capita a tutti. La cosa davvero importante è sapere come gestire l’errore. Nei casi più gravi solitamente la scelta migliore è quella di scusarsi in modo sincero.
  • Usa il buon senso. Direi che questo consiglio è un po’ il passepartout del comportamento sul web. Se hai dubbi o se il tuo istinto ti sta urlando di non fare qualcosa probabilmente ha ragione.

Ottimo lavoro, se mi hai seguito fino qui vuol dire che sei pronto per affrontare la giungla ed uscirne vittorioso. Lascia qui sotto un commento: creiamo una tribù della giungla!